A/B testing: la direzione delle frecce in un immagine influenza la conversion

Ecco il nuovo A/B test pubblicato da WhichTestWon stamani. Si tratta di un test creato per la home page di un software che consente di monitorare la produttività dei dipendenti, le ore spese a lavorare, quelle dedicate a Facebook, Twitter e varie.

L’unico elemento che differenzia le due pagine è la disposizione delle immagini. Nella versione A, le frecce puntano verso l’alto. Nella versione B, invece, le frecce sono dirette verso il basso.

Quale delle due versioni ha ottenuto il 26% in più? Io per una volta ci ho preso. Se volete votare anche voi e scoprire il risultato cliccate qui.


Cazzata del giorno: cancellare un sito da Google Analytics per errore

Cancellare per errore un sito da Google Analytics e perdere i dati di 3 anni… Ma come ccccccc…… Possibile che non si possano recuperare???


SEO per Negozi Online: Massimizzare i ranking dei prodotti

Articolo interessante pubblicato su SearchEngineWatch a luglio, ma che ho letto solo stamattina. Spiega come migliorare e massimizzare il ranking dei singoli prodotti.

Per citare alcuni dei consigli dati dall’autore dell’articolo, ottimizzare la struttura degli url, minimizzare i clic dalla home page alla pagina prodotto e usare i prodotti simili per generare link interni sono alcuni dei mezzi che possono dare una spintarella alle pagine prodotto.
Qui trovate l’articolo integrale.


We are the future – Il futuro del marketing dettato da loro

Un video molto discusso, creato per una conferenza di marketing a febbraio scorso. Il video si ispira ad un discorso fatto da Obama nel 2008, riprodotto anche in un video per la sua campagna elettorale.


Future Shopping: Fare la spesa sui muri della metropolitana

Ecco una campagna di future shopping realizzata in Sud-Corea. La società Tesco ha realizzato un supermercato virtuale nella metropolitana, con un sistema di bar-code che permette di acquistare direttamente dal cellulare. In questo modo, i passeggeri possono sfruttare i tempi di attesa del treno per fare la spesa.

Risultato?

Più di  10.000 visite registrate sul negozio online,  76% in più di utenti registrati e un incremento di vendite del 130%.


Landing Page Optimization: i risultati del 2010

Il sito MarketingSherpa ha pubblicato i risultati di un’indagine effettuata su un campione di 2,673 addetti di marketing online riguardo all’impatto che le campagne di ottimizzazione delle landing pages durante il 2010 hanno avuto in termini di ROI.

Secondo il rapporto compilato a seguito di questa ricerca, l’87% degli addetti ai lavori intervistati hanno conseguito dei risultati positivi grazie al miglioramento delle landing pages, ottenuto tramite a/b o multivariate test, come si evince dal grafico sottostante.

E’ importante sottolineare che quando si parla di “miglioramento” non ci si riferisce solo ad un aumento di vendite, ma, per una parte dei siti, ad altri elementi, come ad esempio, numero di sottoscrittori di newsletter, diminuzione del bounce rate, eccetera.

Interessante anche vedere quali sono stati gli elementi della pagina che sono stati maggiormente ottimizzati:

Il contenuto del titolo della pagina viene al primo posto, seguito dal contenuto del body e successivamente dall’immagine di testata. Infine sono stati ottimizzati anche la posizione e la quantità di call to action presenti sulla pagina.

Se volete leggere il rapporto completo, potete trovarlo qui.


Cinemagraph: Fotografie in movimento

Nel consueto browsing di cose a caso mattutino che precede l’apertura di qualsiasi finestra relativa al lavoro ho pescato Cinemagraph, un progetto realizzato da una fotografa e un motion graphic designer. Si tratta di foto (formato gif) nelle quali alcuni dettagli sono in movimento.

Mi piace.

Mi chiedo come le cinemagraph potrebbero essere utilizzate e quale impatto potrebbero avere nel design di landing pages.